1. Inicio
  2. Familia, relaciones y crianza
  3. Essi chiamarono la tempesta

Essi chiamarono la tempesta Marguerite Bourcet

Essi chiamarono la tempesta

$2.90

Medios de pago

    Essi chiamarono la tempesta

    Editorial: Bauer Books

    Idioma: Italiano

    ISBN: 9788829578344

    Formatos: ePub (Sin DRM)

    Compatibles con: Windows, Mac, iOS, Android & eReaders

    $2.90

    Medios de pago
      Essi chiamarono la tempesta Marguerite Bourcet

      Essi chiamarono la tempesta

      $2.90

      Medios de pago

        Essi chiamarono la tempesta

        Editorial: Bauer Books

        Idioma: Italiano

        ISBN: 9788829578344

        Formatos: ePub (Sin DRM)

        Compatibles con: Windows, Mac, iOS, Android & eReaders

        $2.90

        Medios de pago
          Sinopsis
          <i>Una citt&agrave; di circa ventimila abitanti, con una prefettura sepolta in fondo a un vecchio giardino, e conventi nascosti anch&rsquo;essi in fondo ad altri vecchi giardini.<br />&hellip;Due parrocchie fondate sotto l&rsquo;Impero, dove la prosperit&agrave; delle opere &egrave; oggetto di ardente emulazione.<br />&hellip;Una sala per i divertimenti dove, nelle interminabili domeniche invernali, la buona societ&agrave; va a sentire recitare gli artisti che vengono da Parigi.<br />&hellip;In un palazzo storico, che &egrave; un gioiello, un&rsquo;accademia, dove gravi signori dalla barba grigia custodiscono, con cuore pieno d&rsquo;amore, i fasti della piccola patria.<br />&hellip;Vecchissime strade dove tira sempre vento, con targhe di marmo che ricordano come il gran poeta, figlio della citt&agrave;, nacque nella tal casa, visse nella tal altra e celebr&ograve; questa terra nella tale opera immortale.<br />&hellip;Strade un po&rsquo; meno vecchie con botteghe che imitano quelle di Parigi e il &laquo;senso unico&raquo; per le rare automobili. Il sabato c&rsquo;&egrave; anche il mercato dove le contadine che vengono in cuffia bianca dalla vicinissima e placida campagna cicaleggiano nel loro dialetto in punta di lingua.<br />&hellip;E per finire, verso la citt&agrave; bassa, la Sa&ocirc;ne che scorre lungo viali dai vecchi alberi, lenta, calma, liscia, ma che tuttavia s&rsquo;infuria bruscamente ogni inverno.<br />&Egrave; la provincia; la provincia che appare cos&igrave; calma al parigino che l&rsquo;attraversa di volo nella macchina da turismo, in certi caldi pomeriggi estivi, mentre il gran silenzio stagna sulle vie semideserte e non si ode altro che un arpeggio di pianoforte dietro una persiana chiusa&hellip;<br />La provincia, che sembra sopita, ma che &egrave; invece ardentemente viva nelle sue case a un piano dove si agitano commedie, drammi, rancori, amori, ricordi&hellip;</i>
          ×

          Dispositivos de lectura compatibles

          Descarga gratis la aplicación de lectura necesaria para PC o dispositivos móviles.
          Verifica si tu eReader es compatible con Bajalibros